Results 1 - 15 of 24

Results

Nel laboratorio Tessile Corona di Muravera lavorano con grande passione e sensibile approccio artigianale le tre sorelle Flaviana, Simona e Sandra Fanunza, eredi di antichi e preziosi saperi che loro interpretano con competenza ed elegante originalità. Aperto nel 1976 dalla mamma Barbarina Corona affiancata da sua sorella Antonia, abili ed esperte tessitrici, il laboratorio si specializza da subito nella produzione di tessiture pregiate e fortemente legate alla tradizione tessile locale, tappeti e telerie dai delicati disegni ed eleganti colori, realizzati preservando le principali tecniche e i motivi decorativi. Da sempre coinvolte ed attive nell'articolata e ricca storia del laboratorio, caratterizzata da preziose collaborazioni e scambi per la ricerca e raccolta di tecniche e strumenti della tradizione, dal 2002 le tre sorelle acquisiscono la guida del laboratorio, ampio ed accogliente, attrezzato con numerosi e diversificati telai, tra i quali i suggestivi telai antichi in legno di ginepro. Lavorano con grande passione e competenza ad una vasta produzione, affiancando il cliente con estrema cura ed esperienza nella scelta personalizzata di tappeti e tessuti d'arredo sempre caratterizzati dalla perizia artigianale, dalla cura dei dettagli decorativi e dall'alta qualità dei filati naturali. Oltre che nel laboratorio le produzioni sono vendute nel loro showroom, Il telaio di Fanunza, nella centrale via Roma di Muravera.

La storia di Stefania Meli come tessitrice ha antiche tradizioni di famiglia e del suo paese, Villamassargia, comune del Sulcis-Iglesiente, rinomato centro di antica pratica della tessitura domestica che si è consolidata nel tempo come attività imprenditoriale, con la nascita negli anni Sessanta di laboratori professionali che rispondono a un nuovi concetti di produzione. In questo fortunato clima, inizia giovanissima ad imparare la tecnica tradizionale locale denominata a scèrasa dalla nonna e dalla nota anziana tessitrice del paese Zia Fanny, trasformando ad appena quattordici anni la sua iniziale curiosità in un percorso lavorativo svolto all'interno di un affermato laboratorio del suo paese dove imparerà la più diffusa tecnica a pibionis. Negli anni Novanta avvia una propria attività in principio in collaborazione con la sorella per poi proseguire in modo autonomo con una crescita professionale caratterizzata dal perfezionamento tecnico e stilistico. Distribuisce e promuove le sue produzioni partecipando agli eventi fieristici e collaborando con i negozi dei principali centri turistici isolani specializzati nell'artigianato locale di alta qualità.

Isabella Frongia è l'erede di un antico e pregiato sapere artigianale ed è custode di una preziosa testimonianza di cultura al femminile legata alla sua famiglia e al paese di Samugheo, rinomato per la ricca e viva tradizione tessile. Cresciuta tra i filati ed i telai Isabella impara a tessere da sua mamma Usanna, abile artigiana che negli anni Sessanta apre con intraprendenza ed intuizione uno dei primi laboratori tessili attrezzati per accurate produzioni artigianali partecipando a quell'importante momento di traslazione di un'attività tipicamente domestica in una nuova realtà professionale. Dal 1995 Isabella con sua cugina Annamaria, sempre affiancate dalla sapiente guida di Usanna, con competenza e sincera passione gestiscono il laboratorio, proseguendo la produzione che da subito si contraddistingue per la sapiente realizzazione artigianale delle antiche tecniche di tessitura locale e per l'originalità espressiva che segue un sentito filo di continuità e coerenza con il passato. Rappresentante del clima d'eccellenza e competenza tessile che caratterizza il paese di Samugheo, il laboratorio partecipa alle principali mostre ed eventi fieristici del settore artigianale locale, con la presenza annuale alla rinomata Fiera dell'Artigianato Sardo di Samugheo.

L'attività a conduzione familiare di Franco Tatti Arte Sarda il Tessile è rappresentativa del vivo clima di produzione artigianale di Samugheo, paese dell'oristanese caratterizzato da una ricca cultura tradizionale tessile. Aperto nel 1989 da Franco con la moglie Emanuela la produzione di Arte Sarda Il Tessile evolve dalla tradizione locale di tessitura al telaio con l'ausilio di attrezzature rinnovate capaci di rispondere a nuove esigenze di mercato, preservando nel contempo la preziosità delle tecniche e degli ornati in eleganti soluzioni che s'inseriscono nel contesto contemporaneo come distintivi elementi di pregio e di rimando al passato. Ai grandi tappeti ripresi ed interpretati con gusto nuovo, si accosta una ricca gamma di tessuti e telerie, tovagliati ed alti complementi d'arredo tessile di pregiata manifattura e dal forte valore decorativo. Propone le produzioni nel suo ampio negozio di artigianato sardo a Samugheo e nel punto vendita di Oristano, oltre che nei principali negozi dedicati all'artigianato locale nelle principali aree turistiche isolane. Partecipa annualmente alla rinomata Mostra dell'Artigianato Sardo di Samugheo.

La produzione di tappeti del laboratorio artigianale Su Telarzu è declinata principalmente attraverso la caratteristica tecnica di tessitura a fiocco, caratteristica del paese di Dorgali, sofistica e versatile lavorazione che rappresenta ormai un unicum in tutto il territorio isolano. Il laboratorio nasce negli anni Settanta dall'intuizione di Maddalena Mula, appassionata ed abile tessitrice che apprenderà la nuova lavorazione attraverso significativi percorsi professionali e porterà la sua pregiata competenza al telaio, secondo procedure esclusivamente artigianali, ad evolversi ed affermarsi come piccola impresa a conduzione familiare. Coinvolta in numerose attività di divulgazione e rinnovo, Maddalena partecipa alla preservazione ed al rilancio della tessitura locale principalmente grazie alla collaborazione con l’I.S.O.L.A., Ente regionale per la valorizzazione dell'artigianato artistico isolano, lavorando così alle nuove produzioni firmate da importanti artisti sardi come Mauro Manca e Maria Lai. L’esperienza maturata le permetterà in seguito di partecipare ad importanti progetti e ad attivare numerose e significative collaborazioni con famosi artisti e designer, caratterizzando sempre più la sua produzione attraverso un’estetica fortemente contemporanea. Oggi sotto la sapiente guida di sua figlia Caterina, il laboratorio Su Telarzu, prosegue la vasta e storica produzione di tappeti e tessuti d'arredo che affonda le sue radici su un passato di antiche tradizioni con uno sguardo intuitivo verso il contemporaneo. Le produzioni sono vendute nel punto vendita nel centro del paese di Dorgali, promosse e divulgate con la partecipazione ad importanti fiere nazionali.

Nel laboratorio tessile di Marcella Flore a Samugheo, paese di antica e consolidata tradizione artigianale, è custodito un prezioso sapere di famiglia, pregiate competenze al telaio che come da tradizione vedono il passaggio da madre in figlia. Aperto negli anni Settanta dalla mamma Giuseppina, esperta tessitrice, il laboratorio si specializza da subito nella produzione di telerie fortemente legate alla tradizione tessile locale, di cui sono preservati i pregiati disegni e le tipiche tecniche artigianali. Passa alla guida dell'attività dapprima sua sorella Roberta e quindi nel 2011 Marcella, coinvolta sin da giovanissima nella ricca vita del laboratorio e motivata a raccoglie oggi il sapere tramandato da sua madre, apportando alla già consolidata esperienza il suo entusiasmo e desiderio di proseguire. Il laboratorio tessile di Marcella Flore lavora ad una produzione incentrata sulle telerie d'arredo e si caratterizza per la finezza di manifattura, per il pregio dei filati e per la fedeltà alla tradizione nella riproposta dei motivi decorativi. Collabora con numerosi punti vendita specializzati nella produzioni artigianali di qualità. Partecipa alla rinomata Fiera dell'Artigianto Sardo di Samugheo ed è espressione della viva e significativa produzione tessile del suo paese.

Gian Marco eredita e porta avanti con passione un'attività appresa in famiglia dalla madre, originaria di un paese dell'Alta Marmilla, area geografica rinomata per l'antica tradizione tessile. La sua produzione si caratterizza per la lavorazione a pibiones, declinata in molteplici varianti cromatiche e decorative, riprendendo i motivi geometrici e floreali dell'iconografia tradizionale. Subentrando nella gestione di un'attività con quasi quarantanni di esperienza Gian Marco sceglie di continuare il percorso professionale avviato in famiglia proponendo una produzione caratterizzata dall'evidente stile tradizionale.

Alla pregiata e distintiva produzione del Laboratorio Tessile Medusa di Samugheo, paese dell'oristanese rinomato per la viva tradizione tessile, lavorano le sorelle Marcella e Daniela Sanna, che con intuizione ed intraprendenza rilevano alla chiusura nel 2004 un'attrezzata e storica attività tessile aperta negli anni settanta. Le competenze acquisite in ambito familiare diventano strumento per un nuovo percorso imprenditoriale. Nella ricercata produzione tessile del laboratorio, seguito in tutti gli aspetti con abilità e competenza da Marcella, il sapere artigianale viene traslato ed innovato con sapiente linguaggio stilistico di elegante impatto scenico, forte di sincera conoscenza e legame con la tradizione unita all'abile sentire dei nuovi e stimolanti impulsi offerti dal contesto contemporaneo. Numerosi e significativi sono i lavori personalizzati per l'arredo tessile di case ed importanti strutture alberghiere nella rinomata zona turistica della Costa Smeralda e nelle principali aree turistiche isolane. Particolarmente attivo, il laboratorio con la sua produzione partecipa annualmente alla rinomata Fiera dell'Artigianato Sardo di Samugheo in cui espongono le maestranze isolane di maggior prestigio, rappresentativo del contesto d'eccellenza e competenza tessile del paese.

Maria Giovanna e Antonello Deidda con la loro produzione tessile sono espressione del vivo clima di produzione artigianale del paese di Samugheo, che affonda le sue radici nella tradizione locale di cui ripropone le tecniche e gli ornati. Maria Giovanna impara a tessere in ambiente domestico con il telaio artigianale della mamma e prosegue giovanissima con un percorso professionale e lavorativo presso diversi laboratori del paese. Anche suo fratello Antonello inizia a soli quindici anni a lavorare come tessitore nei laboratori locali, maturando preziosa esperienza e conoscenza nella lavorazione artigianale. Nel 1993 Maria Giovanna apre l'attività Manifatture Tessile Deidda, affiancata in seguito da Antonello, partendo con un primo piccolo laboratorio poi notevolmente cresciuto nel tempo in dimensioni e attrezzature. La produzione è incentrata su una linea di prodotti, quali telerie e tessuti d'arredo di gusto elegante ed evocativo di tradizione, destinati ad un mercato contemporaneo attento e sensibile al pregio artigianale. Propongono le produzione nel loro punto vendita di Samugheo e nei negozi specializzati nell'artigianato locale delle principali aree turistiche della Sardegna. Espongono annualmente alla rinomata Fiera dell'Artigianato Sardo di Samugheo.

Una preziosa storia familiare, fatta di competenze antiche e nuove intuizioni, è alla base e sostiene con forza dinamica la nota produzione tessile artigianale di Mariantonia Urru. L’azienda nasce nel 1981 per volontà e passione della sua fondatrice, Mariantonia, a Samugheo, paese del centro Sardegna rinomato per la viva tradizione di manifattura tessile, caratterizzata da un antico linguaggio fatto di simboli e di tecniche al telaio manuale. Oggi, sotto la sapiente guida dei figli Giuseppe e Graziano Demelas, la produzione si distingue e si caratterizza per l’accurata traslazione della tradizione in una forma attuale e contemporanea, che preserva e recupera elementi tecnici e stilistici con approccio innovativo elaborando manufatti di nuovo design. Nel percorso produttivo e di ricerca stilistica si sono sviluppate interessanti collaborazioni con importanti designer, attivando processi creativi di forte sinergia progettuale. L’azienda oggi si rivolge ad un mercato internazionale con una proposta diversificata, indirizzata ad una clientela di gusto contemporaneo e sensibile all’unicità e al pregio della manifattura artigianale.

Il Centro Tessuti Sardi, gestito dai fratelli Stefania, Carlo e Fabrizio, porta avanti un’attività di famiglia forte di tradizione e competenze acquisite in quasi quarant’anni di esperienza. Nata nel 1978, è frutto della sapiente gestione del suo fondatore Basilio Sanna che, insieme alla moglie Elisabetta, avvia con intuizione un'azienda tessile moderna nella concezione anche se fortemente legata alle radici identitarie del territorio di Samugheo e alla sua rinomata tradizione tessile. Le tecniche e i disegni della tradizione vengono accuratamente ripresi e rielaborati per la creazione di una ricca e varia produzione di tessuti che raccoglie e porta nel contemporaneo la bellezza di un’arte antica. Capace di ampie produzioni, grazie alle moderne attrezzature, il Centro Tessuti Sardi propone da subito un commercio dinamico consolidato nel tempo dalla realizzazione di più punti vendita ed espositivi situati, oltre che a Samugheo, a Baja Sardinia, a Olbia e a San Teodoro, prestigiosi centri turistici della Gallura.

Serafina Senette, artigiana tessitrice di Dorgali, apre il suo Laboratorio nel 1980 chiamandolo eloquentemente “Il tappeto”, dove intreccia con passione e sincera ispirazione i suoi tappeti con l’originale tecnica annodata, tipica del luogo nella più recente storia locale ed esperienza unica nell’attuale contesto isolano. A questa affianca con originalità e competenza la robusta tessitura a stuoia e la tradizionale tecnica a pibiones. Le sue creazioni hanno il prezioso fascino del pezzo unico e si caratterizzano per l’elevato valore artistico che esprimono, ottenuto anche grazie alle frequenti collaborazioni con artisti e designer. La produzione che ne deriva è di grande impatto scenico, caratterizzata da calibrati disegni a grandi moduli e vivaci cromie e dall’uso sapiente delle tecniche di tessitura che donano alle opere pregiati effetti percettivi tridimensionali. L’artigiana coltiva e aggiorna la sua grande passione per la tessitura partecipando ad importanti corsi di Tessitura Artistica, fiere ed esposizioni del settore.

Davide Spiga gestisce dal 2001 l’Artigiantessile, dinamica azienda fondata nel 1960 dalla mamma Anna Maria, esperta e appassionata tessitrice che riesce con intuito a trasformare la passione e la competenza al telaio tradizionale in moderna attività imprenditoriale. Il criterio di produzione è il connubio delle tecniche e degli ornati tradizionali con soluzioni funzionali e stilistiche moderne, adatte a rispondere alle esigenze di un mercato contemporaneo attento alla qualità e sensibile alle tipicità connotative dell’identità isolana. Davide sviluppa con gestione dinamica l’attività produttiva del laboratorio, contraddistinta dalla ricerca di soluzioni innovative ed aggiornate che preservano, come punto di forza, la qualità della manifattura e che nel contempo acconsentono produzioni anche su ampia scala.

Nel paese di Nule, rinomato centro di tessitura dove la tradizione artigianale è ancora viva e praticata, si trova la società Tessile Crabolu. Sorta nel 1982 per opera dei fratelli Crabolu, ha sviluppato e ampliato l'attività avviata da Benedetto Crabolu e Pietrina Cocco, tessitrice esperta e raffinata, sviluppando con spirito imprenditoriale le conoscenze legate al mondo della tessitura tradizionale, includendo nel proprio ciclo produttivo anche la lavorazione e la tintura dei filati. Il successo incontrato grazie alla partecipazione a importanti fiere internazionali ha spinto l'azienda a investire costantemente, diversificando i prodotti e aumentando l'assortimento produttivo. Alla linea di tappeti lavorati a mano secondo le antiche tecniche tradizionali si è affiancata la produzione di manufatti tessili realizzati su telai computerizzati. Ultimamente l’azienda produce in collaborazione con la ditta Edilana un pannello per la coibentazione delle case, realizzato completamente in lana sarda autoctona.

Maria Luisa Fatteri e sua sorella Licia fin dagli anni ’80 nel loro piccolo laboratorio, intrecciano trame e orditi per realizzare arazzi e tappeti dalle geometrie rigorose e dai colori decisi e a contrasto, tipici della lavorazione di Mogoro. Negli ultimi anni hanno intrapreso un percorso di ricerca stilistica innovativo, grazie alla collaborazione con una designer, che unisce alla lavorazione tradizionale nuove formulazioni compositive. Il risultato si esprime in una linea di produzioni con distintiva modalità contemporanea, forte di tradizione.

Ricerca attuale:

[×]

Tipologia di manufatto

: Tappeti

Categorie di ricerca:

Click a term to refine your current search.

Stato

Settore

Regione

Centro territoriale

Tipologia di manufatto

: all » Tappeti

archivio
dei saperi artigianali
del mediterraneo

mediterranean
crafts
archive

X
Loading