Results 211 - 223 of 223

Results

Tra le più rinomate e riconoscibili produzioni artigianali nel panorama isolano contemporaneo, le ricercate creazioni della Cooperativa tessile Su Marmuri, si contraddistinguono per l'alta qualità di manifattura e per la sofisticata ricerca stilistica, frutto di sensibile abilità nell'interpretare in chiave contemporanea ornati della tradizione, oltre che di preziose condivisioni e collaborazioni con artisti e designer locali. Aperta nel 1971 da un gruppo di giovane tessitrici ad Ulassai, paese ambientato nella suggestiva cornice naturalistica dei massicci rocciosi nel cuore dell'Ogliastra, la cooperativa è premiata da subito per l'abilità artigianale e per l'approccio creativo che già nel 1981 la porta a collaborare con la nota artista compaesana Maria Lai, per un'originale produzione di tappeti caratterizzati dal motivo della capretta stilizzata, consolidata nel tempo come loro firma distintiva. Numerosi sono le collaborazioni con l'artista che progetterà per il laboratorio altri riusciti disegni ispirati alla natura e cultura locale, in una perfetta sinergia con le tessitrici che lei amava chiamare “compagne di giochi”. Oggi la cooperativa, che nel tempo rinnova e accresce l'affiatato gruppo di lavoro, prosegue la sua produzione reinterpretando, con instancabile ispirazione e sedimentata esperienza, disegni della tradizione con sensibile approccio innovativo. Richiesti e ricercati, i tessuti, i tappeti e i complementi d'arredo prodotti da Su Marmuri, sono distribuiti nei principali punti vendita isolani specializzati nell'artigianato artistico e nell'arredamento, oltre che nel loro laboratorio di Ulassai. Partecipano come eccellenza alle principali mostre del settore in Sardegna, rappresentative del vivo clima artigianale contemporaneo.

L’azienda Tessart Cogoni nasce da una lunga e sedimentata esperienza familiare nell'arte tessile. I raffinati tessuti sono realizzati, come da tradizione, dalle abili mani di tessitrici al lavoro sui telai manuali orizzontali, nel rispetto dei canoni tradizionali locali ma con l’introduzione d’innovazioni. Accanto ai manufatti realizzati secondo tradizione si sviluppa una importante ed esclusiva linea di complementi d'arredo ideata in collaborazione con designer ed architetti. La Tessart da decenni con le sue produzioni è presente alle principali rassegne fieristiche nazionali del settore, a Milano, a Roma e a Firenze. Nel Laboratorio showroom di Villamassargia e nello showroom di Villasimius è possibile ammirare i tessuti per apprezzare nei dettagli la cura della qualità.

Giuseppe Lilliu, iscritto dal 1976 all’albo degli artigiani orafi come ditta individuale, fonda nel 1998 l'Azienda Oro Sardegna. Lilliu si forma nel laboratorio cagliaritano di Renato Pusceddu e di Salvatore Loi, dove impara l'antica arte della lavorazione della filigrana in oro e argento eseguita rigorosamente a mano, che è ancora oggi, sempre più perfezionata, alla base delle sue creazioni orafe.

Antonello Delogu, diplomato in oreficeria all’Istituto d'Arte di Nuoro, nel 1980 fonda la ditta Creazioni Antonello. Già impegnato nel settore del design innovativo del gioiello, studia la tradizione della filigrana sarda e la contamina. Il prezioso filo d'oro ritorto diventa il motivo ricorrente in quasi tutte le collezioni, declinate attraverso un linguaggio che lo avvicina al più moderno e sofisticato gusto contemporaneo, rimanendo sempre sottilmente legato alla cultura orafa sarda. Una tappa significativa del percorso creativo è rappresentata dalla collezione Corbula (caratteristico cesto della tradizione isolana), il cui design è basato sulla filigrana avvolta secondo un andamento a spirale. A questa seguono nel tempo innumerevoli collezioni, tutte caratterizzate da un design raffinato e innovativo, molte delle quali nate dalla stretta collaborazione con la sorella e designer Adriana Delogu.

Azienda nata nel 1996, specializzata in alcune delle principali tecniche di tessitura tradizionale sarda su telaio orizzontale. Giuseppina Casu ha acquisito la sua professionalità in ambito familiare, mediante un apprendistato e un passaggio di conoscenze da madre in figlia. Il suo laboratorio artigianale propone la produzione, tramite telaio orizzontale manuale, di arazzi realizzati con tecnica a bagas e tappeti a pibiones. I materiali usati sono il lino, il cotone e la lana con l’aggiunta, a impreziosire gli arazzi, di decorazioni di filo lamellare oro e argento. 

Iuri Marroccu si forma nella bottega di un orafo a Valenza Po; rientrato in Sardegna inizia la sua attività nell’azienda familiare che divide con il padre e il fratello. Nel 2008 si trasferisce a Gonnosfanadiga e dà vita al suo laboratorio. Esegue anche manufatti su commissione da disegni, fotografie e idee che gli vengono proposte, realizzando ogni monile nel rispetto delle tecniche antiche di lavorazione.

Azienda nata nel 1986, specializzata nella produzione di tappeti e complementi d'arredo con una delle tecniche più rappresentative della tradizione tessile sarda, in particolare di Isili, centro di antica tradizione. Inizialmente realizza manufatti tradizionali, decorati con gli antichi motivi della tessitura isilese, successivamente, grazie anche alla collaborazione con textil designers, realizza tappeti complessi e innovativi. Daniela Ghiani lavora al telaio orizzontale utilizzando lana sarda, che per la maggior parte tinge lei stessa utilizzando le essenze vegetali locali.

 

 

 

Massimo Soro entra in bottega all’età di 11 anni, nel laboratorio orafo di suo zio Bruno Busonera, dove apprende la tecnica della filigrana, specializzandosi nella realizzazione dei rosari tradizionali sardi. Dal 1985 al 1987 lavora, perfezionandosi, presso il laboratorio orafo Giesse, affiancato dal maestro orafo filigranista Vittorio Melis. Nel 1987 apre il laboratorio "L’angolo del gioiello", situato nel caratteristico quartiere della Marina a Cagliari, dove esegue lavori di gioielleria, filigrana sarda tradizionale e moderna, nonché il restauro di gioielli antichi.

Libero Patteri è un filigranista della vecchia scuola. Ha appreso i segreti dell’arte orafa da adolescente, in diverse botteghe della Sardegna e del continente. Da circa cinquant'anni esercita la sua arte a Dorgali, centro di antica e rinomata tradizione nell'oreficeria, eseguendo tutti i lavori interamente a mano. Conduce il suo laboratorio insieme alla moglie e al figlio, al quale ha trasmesso la sua passione e la sua maestria, interpretando in maniera autentica e originale il gioiello tradizionale sardo.

I cesti di Antonello Utzeri testimoniano e mantengono viva una antica pratica artigianale tipica della Sardegna ancora fortemente radicata nel territorio e nelle tradizioni. Intrecciati con maestria e realizzati esclusivamente con piante locali, con fogge e colori sempre diversi, caratterizzati dal suggestivo profumo del mirto legato all’uso di questa essenza nell’intreccio, sono fedeli alla tradizione pur diversificandosi con elementi innovativi. Antonello impara l’arte dell'intreccio a Villaputzu dal suocero Mario Atzori, cestinaio esperto nella produzione di contenitori tradizionali funzionali e da lavoro. Nel 2002 con il prezioso supporto di sua moglie Annamaria riesce a trasformare la sua innata capacità in professione, avviando un’attività sempre in crescita, che vanta numerose e importanti collaborazioni con affermati designer ed architetti. Da diversi anni affianca infatti alla cestineria tradizionale l'esecuzione di progetti innovativi per importanti firme del design, apprezzati a livello internazionale e pubblicati nelle più prestigiose riviste di arredamento. Partecipa alle principali fiere dedicate alle eccellenze delle produzioni artigianali ed i suoi cesti sono venduti nei migliori negozi di artigianato tipico locale. Con i suoi prodotti rifornisce inoltre numerose strutture turistiche della Sardegna centro meridionale.

Sandro Cuccu si forma nel laboratorio artigianale di sua madre Anna Frongia, appassionatosi al lavoro subentra nell’azienda che dal 1974 produce tessuti tipici sardi, usando le antiche tecniche di lavorazione manuale. La produzione comprende tappeti, tende asciugamani copriletti, arazzi tessuti per arredamento ecc, con la tecnica a pibiones e a littzos realizzati su telai orizzontali a battuta manuale. I  prodotti vengono realizzati usando esclusivamente fibre naturali lana, lino, cotone.

Su Telarzu, una piccola impresa a carattere familiare, nasce dalla volontà e dallo spirito di intrapresa di Maddalena Mula (1940), tessitrice che ha iniziato la sua attività nei primi anni Settanta, acquisendo tecniche e professionalità presto condivise mediante l’insegnamento in diversi corsi organizzati dall’ISOLA, dall’IFOLD e dall’ENAIP. L’azienda propone i suoi prodotti anche fuori dall’Isola, mediante punti vendita selezionati e la partecipazione ad eventi espositivi. Nei laboratori di Dorgali lino, canapa, cotone e lana vengono ricamati a mano e confezionati in forma di preziosa biancheria per ogni ambiente della casa.

Categorie di ricerca:

archivio
dei saperi artigianali
del mediterraneo

mediterranean
crafts
archive

X
Loading