Abito da sposa bianco ricamato

Ampio vestito bianco ricamato in seta nei colori tradizionali, con delle ampie maniche. Dall' estremità inferiore delle maniche fino all’estremità inferiore del vestito vengono cucite quattro strisce di stoffa nera verticalmente sul davanti e sul dietro chiamate Tisherkha. Per motivi decorativi vengono cuciti bottoni chiamati e brillantini. Alle estremità inferiori dei lati vengono cucite due rettangoli in tessuto rigato chiamati Legnab. Asherah veniva indossato nel terzo giorno nuziale "giorno in cui si lavano i piedi",  Anhar Naarak Enteshka. Oggi viene indossato nel secondo giorno nuziale e nel settimo giorno nuziale, Anhar Neshmata. Indossato dalla giovane sposa in occasione del primo Eid, festa di fine Ramadam, dopo le nozze.

Stato: 
Egitto
Località produzione: 
Oasi di Siwa
Tipologia di manufatto: 
Abiti tradizionali ricamati
Denominazione locale: 

Ahserrah Namella

Data di esecuzione: 
1963
Lunghezza: 
Cm 115,00
Larghezza: 
Cm80,00
Genere operatore: 
femminile
Tecnica di lavorazione: 
Ricamo di Siwa
Materiale di fondo: 
Tessuto di cotone
Materiale filati: 
Filo di seta
Materiale filati: 
Filo di cotone
Rifiniture e confezione: 
Confezionato a mano e decorato con bottoni di madreperla e brillantini. Inoltre vengono appiccate alle due spalle due trecce in seta chiamate Legwatein
Funzione: 

Viene Indossato durante la settimana nuziale

Proprietà: 

Museo Siwa House

Fonti orali: 
A.H.H.

Immagini

archivio
dei saperi artigianali
del mediterraneo

mediterranean
crafts
archive

X
Loading