Bisaccia bianca e nera

Tessitura di forma rettangolare ripiegata sul davanti in prossimità dei lati corti a formare due tasche quadrate simmetriche. La decorazione della tasca (sa perra)presenta un bordo floreale a ghirlanda, costituito da un tralcio sinuoso con grandi fiori polilobati e foglioline. I bordi floreali inquadrano uno spazio circolare decorato a piccoli scacchi, tra i quali si distinguono centralmente le iniziali GS, disposte una per lato e riferite a Giovanni Maria Sanna, destinatario del manufatto come dono. Il tessuto tra le tasche è decorato con un motivo bianco e nero chiamato a dentes, composto dall’alternanza, in strisce orizzontali, di scacchetti e di righe verticali alte circa 10 o 12 passaggi di trama. La tessitura è realizzata in cotone neutro per gli orditi ed in cotone neutro e lana sarda per le trame. Il manufatto è rinforzato sul retro con applicazioni in orbace, un robusto tessuto in lana, ed è rifinito lungo i margini in fustagno nero.

Stato: 
Italia
Regione: 
Sardegna
Località produzione: 
Bonorva
Tipologia di manufatto: 
Bisacce festive
Denominazione locale: 

Bèltula a dentes

Data di esecuzione: 
1900
Altezza : 
Cm 50,00
Lunghezza: 
Cm 112,00
Strumento di lavoro : 
Telaio orizzontale in Sardegna
Tecnica di lavorazione: 
Tessitura "a s'agu"
Tecnica di lavorazione: 
Tessitura "a dentes"
Ordito: 
Cotone
Trama: 
Cotone
Trama: 
Lana sarda
Motivo decorativo: 
Motivi geometrici in Sardegna
Rifiniture e confezione: 
Applicazioni di tessuto in fustagno sui lati lunghi e sui profili delle tasche.
Funzione: 

Tessuto decorativo da riporre sul dorso del cavallo, per sfilate e processioni, o da esporre in occasioni festive.

Autore: 
Antonica Gosamo
Proprietà: 

Lucia Sanna

Fonti orali: 
Gavina Cossu, Domenica Pintore, Uccia Solinas. Laboratorio tessile "Su Telalzu", Bonorva

Immagini

archivio
dei saperi artigianali
del mediterraneo

mediterranean
crafts
archive

X
Loading