Copriletto bianco con il disegno dell’uva

Tessitura di forma rettangolare costituita dall’unione di tre teli (manca una striscia del manufatto originale, tagliata perpendicolarmente alle cuciture di giuntura dei teli, in corrispondenza del lato senza bordura in pizzo). Il tessuto bianco riporta un complesso disegno, realizzato a rilievo per effetti di lavorazione con la tecnica a pibiones, composto da un campo centrale e un’ampia bordura perimetrale. Nel campo è presente un motivo ad intreccio, a grandi maglie esagonali, di tralci di vite con foglie e grappolini d’uva, sa mosta de s’ascia, il disegno dell’uva. Nella bordura sono alternati grandi moduli di castelli, pavoni e cigni. La tessitura è eseguita su telaio orizzontale con l’impiego di orditi e trame in filato di cotone neutro.

Stato: 
Italia
Regione: 
Sardegna
Località produzione: 
San Sperate
Tipologia di manufatto: 
Copriletti e Coperte
Denominazione locale: 

Fàniga "Sa mosta de s’ascia"

Data di esecuzione: 
1900
Altezza : 
Cm 282,00
Lunghezza: 
Cm 177,00
Strumento di lavoro : 
Telaio orizzontale in Sardegna
Tecnica di lavorazione: 
Tessitura "a pibiònes"
Ordito: 
Cotone
Trama: 
Cotone
Motivo decorativo: 
Motivi zoomorfi in Sardegna
Rifiniture e confezione: 
Bordo in pizzo, realizzato ad uncinetto, con nappine applicata su tre lati; cuciture di confezione realizzate a mano
Proprietà: 

Edoarda Murgia

Fonti orali: 
Venturino Vargiu

Immagini

archivio
dei saperi artigianali
del mediterraneo

mediterranean
crafts
archive

X
Loading